Studiare in un mondo che cambia

Chiara Morelli
Alessandro Barbero
Emilio Marengo
Annalisa Ciocchetti

Il contesto del 2020

Dalla scuola elementare alle lauree magistrali studentesse, studenti e docenti hanno compiuto uno sforzo immenso per vivere non solo a una nuova didattica, ma a un nuovo mondo.

Lo scenario del distanziamento ha cambiato tutte le regole del gioco, in fretta e senza chiedere permesso. Adattarsi non è stato facile. Ma è stato possibile, per tutti i gradi dell’istruzione.

Manca ancora il senso prospettico della storia, per comprendere in profondità ciò che abbiamo vissuto. Di certo abbiamo imparato qualcosa di buono anche da questo tempo: ciò che è essenziale al nostro benessere rispetto a ciò che è accessorio, per esempio.

Una campagna di orientamento per le matricole

Abbiamo dedicato mesi di lavoro intenso proprio al mondo dello studio, in particolare dell’università.

I ragazzi in formazione, con i loro docenti, sono al centro della campagna di orientamento Studiare in un mondo che cambia, ideata per UPO Università del Piemonte Orientale. L’iniziativa offre alle matricole una panoramica completa dei corsi dell’UPO, mettendo in luce le qualità e peculiarità dell’ateneo.

I post e gli annunci sponsorizzati su Instagram e Facebook, la playlist Upo perché su YouTube e gli annunci Google Ads hanno coperto la stagione estiva da luglio a settembre. Annunci stampa su quotidiani e riviste, totem nei punti nevralgici delle città del nord ovest e comunicati radio su emittenti locali e nazionali completano la pianificazione.

UPO social
UPO social

Studenti e docenti protagonisti di 39 videoclip

Abbiamo scelto di raccontare l’università attraverso ciò che ha di più prezioso: l’energia vitale degli studenti e la passione dei docenti.

Insieme, questi due elementi rappresentano un potenziale formidabile per disegnare il futuro e trasmettere quel senso di fiducia, creatività e possibilismo di cui abbiamo bisogno oggi, nel presente. Un capitale per l’intera comunità. Perché è nell’incontro fra persone che amano le medesime cose – la struttura di una molecola, il verso di un poeta medievale, l’esplorazione dello spazio dal punto di vista del diritto, o qualunque altro aspetto del mondo e della vita – che la passione si trasforma in conoscenza, e diventa patrimonio di tutti.

Per la campagna Studiare in un mondo che cambia abbiamo ideato e prodotto 39 videoclip, la guida dello studente Upo per te e un kit di annunci per accedere alle 4 landing page che presentano l’offerta formativa per macro-aree disciplinari: studi umanistici, studi economico-giuridico-sociali, scienze e tecnologia, medicina e lauree della salute.

Il format della campagna

Il format della campagna è semplice: Che cosa rende speciale questo corso? Quali sbocchi offre? Perché dovrei iscrivermi qui? Sono queste le domande che si pongono i neodiplomati prima di scegliere il percorso di studi superiori: le stesse domande che otto giovani dell’UPO, tra studentesse e studenti, rivolgono ai propri docenti.
Ciascuno di loro ha 90” a disposizione per rispondere.

Il taglio giornalistico della campagna sottolinea l’attualità della didattica e della ricerca e lo spirito contemporaneo dell’UPO, in un fertile, ininterrotto scambio tra ateneo e società.

UPO per te, la guida dello studente

Per presentare l’offerta formativa sulla guida UPO per te, l’ateneo ha scelto un tono di voce quasi parlato, sempre inclusivo.

In linea con l’impronta della campagna, il messaggio introduttivo del rettore è espresso sotto forma di intervista. A seguire, anche la vetrina dei corsi, organizzati per aree disciplinari, opta per un registro fresco e naturale.

upo-guida-studente